Il Grillo Parlante

Chi siamo



Il Grillo Parlante accoglie bambini dai 12 ai 36 mesi e concorre con la famiglia alla loro formazione e benessere psicofisico.

Il principio guida, ispiratore del pensiero delle fondatrici e del progetto pedagogico è il bambino protagonista. Il termine deriva dal greco “protos antagonistes” che letteralmente significa “primo atleta” o “primo attore”, quindi primo, il più importante, le cui esigenze di crescita e di sviluppo sono alla base delle scelte e delle azioni educative compiute.

In questo senso, si ritiene che considerare il bambino come protagonista significa essere disponibili ad accoglierlo per ciò che realmente è, riconoscendo il suo diritto all'autenticità intesa come possibilità di scoprire la propria essenza ed esprimere i vissuti personali.

Educare vuol dire anche offrire un contesto stimolante ed esteticamente appagante, riconoscendo che ciascun bambino ha un modo del tutto personale di sperimentare il piacere di fare, di esprimersi e sentire, quindi anche l'ambiente deve essere intenzionalmente educativo, organizzato in modo flessibile per poter rispondere in maniera coerente alle diverse esigenze di contenimento, scoperta, espressione di sé che ognuno di loro manifesta durante il proprio percorso di crescita. Gli spazi colorati e stimolanti creano in ogni loro angolo strutturato un motivo di curiosità e crescita, secondo un progetto educativo condiviso da tutte le persone che lavorano all'interno della struttura stessa.

Una stanza per la nanna è attrezzata in modo da creare un'atmosfera serena e rilassata per favorire al meglio il riposo dei più piccoli.

La struttura è parte di una rete di scuole aderenti alla FISM (Federazione Italiana Scuole Materne di ispirazione cattolica) con le quali condivide lo stile educativo, uno scambio reciproco di informazioni e, non da ultima, la formazione del personale con esperti nel settore.


Rapporti con le famiglie

Il servizio si pone come obiettivo di supportare la famiglia nella quotidianità lavorativa, nella crescita dei figli e nelle scelte educative, in un clima di disponibilità e collaborazione.

La triade educativa (genitori, bambino, educatrici) deve essere continuamente curata e sostenuta, al fine di creare una relazione appagante per tutti i componenti.

Il personale comunica quotidianamente con le famiglie sull'andamento della giornata di ciascun bambino. Attraverso la bacheca vengono fornite informazioni riguardanti la comunità ed eventuali appuntamenti, iniziative ed incontri.

Le educatrici sono a disposizione delle famiglia, previo appuntamento, per chiarire insieme qualsiasi problematica.

Durante l'anno vengono, inoltre, proposti alle famiglie incontri di carattere informativo sul progetto pedagogico, laboratori creativi e riunioni con esperti su varie tematiche.


Il personale

Il personale è qualificato a norma di legge, accuratamente selezionato direttamente dalle titolari della struttura, che ne ricercano l'affidabilità e la professionalità. Prevista una formazione annuale e collabora in rete con altre scuole per garantire sempre un servizio di ottima qualità.

Particolare attenzione è posta alla continuità delle collaborazioni, in quanto si ritiene fondamentale, data l'età dei bambini, la non alternanza di visi nuovi, che risulterebbero sconosciuti agli occhi dei piccoli, creando un clima di disorientamento. In questo modo le figure di riferimento possono garantire relazioni stabili e rassicuranti.